Scuole, bambini e anziani: stanziati 2 milioni di euro per Agrigento e provincia

Lo ha disposto il Ministero dell’Interno, che ha approvato i finanziamenti per i progetti del Piano di Azione Coesione (Pac) – Programma Nazionale Servizi di cura all’infanzia e agli anziani non autosufficienti

di agrigentonotizie.it

Oltre due milioni di euro per la cura dell’infanzia e per gli anziani non autosufficienti di Agrigento, Aragona, Favara, Raffadali, Joppolo Giancaxio, Porto Empedocle, Realmonte, Siculiana, Comitini e Sant’Angelo Muxaro. E’ quanto disposto dal Ministero dell’Interno, che ha approvato i finanziamenti per i progetti presentati nell’ambito del Piano di Azione Coesione (Pac) – Programma Nazionale Servizi di cura all’infanzia e agli anziani non autosufficienti per il Comune di Agrigento, nella sua qualità di capofila del Distretto sociosanitario.

“Questa rete di finanziamenti – ha spiegato il ministro dell’Interno, Angelino Alfano – è mirata a potenziare i servizi primari destinati ai cittadini, in un’ottica di partecipazione concreta e costruttiva dello Stato alla vita dei territori.  La linea di indirizzo di questo governo, infatti, punta al dialogo costante con i cittadini per individuare insieme le necessità e le urgenze e darvi ristoro. Siamo sicuri di avere fatto un buon lavoro”.

Gli obiettivi del piano di intervento infanzia individuati nel distretto di Agrigento riguardano circa 400 bambini. Tra le tante finalità dei finanziamenti, anche il mantenimento del livello di servizi garantiti negli anni precedenti per gli asili nido a titolarietà pubblica; il sostegno all’offerta privata mediante potenziamento dell’acquisto di posti utente per servizi integrativi di carattere socio-educativo; il miglioramento dell’offerta pubblica dei servizi per l’infanzia, rendendo maggiormente fruibili gli spazi esistenti attraverso l’acquisto di arredi e allestimenti con relativo incremento di recettività; e la ristrutturazione e/o l’adeguamento di strutture pubbliche ed edifici scolastici per l’implementazione dei servizi integrativi spazio – gioco e centro – bambini e famiglie.

Gli interventi riguardanti il mantenimento dei livelli di servizi di asilo nido interessano i Comuni di Aragona, Favara e Raffadali, mentre è prevista l’apertura di un centro per bambini e famiglie al Comune di Joppolo Giancaxio.

E’ stata, inoltre, prevista la realizzazione di opere pubbliche per acquisti di allestimenti e arredi riguardanti l’asilo nido di Aragona e quello di Raffadali; la manutenzione straordinaria dell’ex scuola materna di Realmonte e dell’asilo nido di Siculiana; le ristrutturazioni e l’arredamento per la scuola media di Santa Elisabetta e per i locali annessi alla biblioteca comunale di Sant’Angelo Muxaro; e, infine, l’adeguamento e la ristrutturazione di strutture esistenti come la scuola materna di Comitini, l’ex Poliambulatorio del Comune di Joppolo Giancaxio, e l’ex asilo nido “Villaggio Buonocore” di Porto Empedocle.

Gli obiettivi del Piano di intervento anziani, invece, riguarderanno l’attivazione di prestazioni di assistenza domiciliare socio-assistenziale integrate all’assistenza socio-sanitaria e l’attivazione di prestazioni di servizi in assistenza domiciliare socio-assistenziale per anziani non autosufficienti. Le altre risorse “PAC” assegnate sono state programmate, inoltre, per l’attivazione della “Porta Unica di Accesso” che cura la valutazione dell’anziano ai fini dell’ammissione ai trattamenti domiciliari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *