Lega in Sicilia: nominato direttivo e commissari




Agrigento. Il commissario della Lega in Sicilia Stefano Candiani ha nominato i responsabili regionali e i commissari provinciali del partito. E per la provincia di Agrigento il sottosegretario non poteva che scegliere all’insegna della continuità, della serietà e della correttezza, premiando il lavoro svolto da Massimiliano Rosselli. Al brillante esponente politico originario di Casteltermini Candiani ha affidato l’impegnativo lavoro di coordinare il tesseramento al partito, confermandogli l’incarico di commissario per la provincia di Agrigento. “Un lavoro difficile, ma al contempo entusiasmante che svolgerò con rinnovato entusiasmo”, ha commentato Rosselli.  “Per la Lega in Sicilia si apre una nuova stagione ricca di entusiasmo con tanti volti nuovi che credono nel buon senso e nella politica di Matteo Salvini, fuori da equilibrismi ed alchimie ma vicini ai cittadini – ha affermato il commissario – con il nuovo organigramma si definisce la struttura Lega Sicilia che vede la nomina di un direttivo regionale e di commissari provinciali i quali saranno il punto di riferimento per militanti, sostenitori e simpatizzanti”. “La forza della Lega – sottolinea Candiani – sta proprio nel rispetto dei ruoli e delle gerarchie, la voce è soltanto una, quella di Matteo Salvini, non esistono situazioni autoreferenziali né cariche improvvisate, tutto deve necessariamente passare per i commissari provinciali e il direttivo regionale”. Candiani ha nominato responsabile regionale per l’organizzativo Massimo Gionfriddo,   il tesoriere sarà Saverio Cuci. Confermati agli Enti locali, rispettivamente della Sicilia occidentale e orientale, Igor Gelarda e Fabio Cantarella. I nove commissari provinciali sono, oltre a  Massimiliano Rosselli ad Agrigento, Oscar Aiello a Caltanissetta, Anastasio Carrà a Catania, Giuseppe Savoca a Enna, Matteo Francilia a Messina, Antonio Triolo a Palermo, Leandro Impelluso a Siracusa, Bartolo Giglio a Trapani e Fabio Cantarella a Ragusa.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *