I CONSIGLIERI DELLA LISTA “COSTRUIAMO INSIEME IL NOSTRO FUTURO” FANNO UN PO’ DI CHIAREZZA..




N.B.  Questo contenuto è stato pubblicato integralmente e senza nessuna variazione come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un prodotto di SikeliaNews-

E’ da un mese oramai che la vita politica locale è stata stravolta.
Fino ad ora si è preferito evitare di commentare ed alimentare sterili polemiche in attesa che gli organi preposti facessero un po’ di chiarezza.
In assenza di un qualsivoglia provvedimento in merito è giusto che la cittadinanza senta anche la nostra voce e capisca la nostra posizione attuale. La famigerata sentenza della Corte d’Appello di Palermo ha sostituito il sindaco, ma nulla ha disposto in merito alle sorti del Consiglio Comunale. Questo punto va chiarito soprattutto a coloro i quali ci hanno definito “ attaccati alla poltrona”, “ col dente avvelenato” disonesti, abusivi, vergognosi ecc ecc…
La sentenza non ha affatto delegittimato il Consiglio Comunale; a sostegno di tale posizione la stessa sentenza a pagina 5, nella parte in cui veniva sollevata un’eccezione preliminare di disintegrità del contraddittorio in seno al procedimento di appello, per mancanza della notifica dell’atto alla giunta ed ai Consiglieri Comunali, ha rigettato tale eccezione ritenendola infondata atteso che un giudizio in materia di ineleggibilità, in quanto ha ad oggetto la condizione personale del candidato eletto chiamato in causa, ha come parti necessarie soltanto quel candidato e gli elettori che assumono l’iniziativa giudiziaria e non rileva che altri consiglieri eletti possano subire effetti riflessi ed indiretti dalla adottanda decisione.
Inoltre, dopo avere rigettato tale eccezione, la sentenza laddove ha corretto i risultati elettorali si è limitata solamente a sostituire Pellitteri a Nicastro, ma null’altro ha disposto in merito al Consiglio Comunale.
Quindi il consiglio in carica ed il suo Presidente sono legittimati a rimanere al loro posto , tranne che non ci sia un provvedimento specifico nei loro confronti che disponga diversamente… in questo caso saremo sicuramente rispettosti del provvedimento.
Fugato ogni dubbio sulla legittimità del Consiglio è opportuno informare i cittadini su qualche altro aspetto.
Per il 30 luglio era stato convocato un Consiglio Comunale che aveva come punto all’ordine del giorno proprio la sentenza della Corte d’Appello di Palermo, allo scopo di darne lettura e fornire qualche chiarimento: bene non è stato possibile tenere il Consiglio per mancanza del Segretario Comunale, atteso che quello in carica prima dell’insediamento di Pellitteri è andato in pensione …Ci si chiede, come mai un segretario Comunale non è presente per il Consiglio e lo è stato solamente per presiedere una giunta in cui sono state stabilite le indennità del sindaco e degli assessori? Un sindaco che, a fronte di un altro che è stato scelto dalla maggioranza dai cittadini ed a costo ZERO, costerà al comune di Casteltermini più di 30.000 € l’anno….e meno male che loro della rinuncia alle indennità e della politica come servizio hanno fatto il loro manifetso elettorale!
Inoltre il neo sindaco, non contento di €2.500,00 di indennità mensile, ha addebitato al Comune € 179,34 per l’acquisto della fascia…
Si auspica che questa rimarrà al corredo del comune per essere utilizzata dal prossimo sindaco…
Un sindaco ed una giunta che al di là della delibera delle indennità ad oggi non hanno prodotto alcun atto.
Certo si sono adoperati per la pulizia di alcune zone del paese avvalendosi di volontari, laddove hanno sempre ritenuto, quando erano all’opposizione, che detto servizio dovesse essere svolto da chi è pagato per farlo… hanno adottato una scelta quanto meno discutibile in merito all’isola pedonale… ma ad oggi non c’è altro e nient’altro ci potrà essere laddove continueranno a disconoscere l’unico consiglio in carica eletto dai cittadini e non delegittimato dalla sentenza.
Attendiamo fiduciosi che gli organi preposti prendano una posizione in merito a questa quanto meno bizzarra situazione e nel frattempo aspettiamo la rinascita del nostro paese auspicata dall’attuale sindaco e dal suo gruppo.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *