Casteltermini, i Consiglieri M5s : “La sospensione della Festa di Santa Croce ha provocato gravi danni economici e di immagine all’intera comunità castelterminese”.

N.B.  Questo contenuto è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un prodotto di SikeliaNews-

I Consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle esprimono il loro dispiacere per la sospensione, in corso d’opera, della Festa di Santa Croce decretata da una nota del Questore, previa segnalazione del Comando Compagnia Carabinieri di Cammarata, a quanto pare, per aver ravvisato problemi di sicurezza in considerazione dei disordini provocati da alcuni isolati facinorosi.

Così come già fatto in maniera congiunta con tutti i rappresentanti comunali non possiamo che prendere le distanze da vili comportamenti che hanno di fatto provocato gravissimi danni economici e di immagine all’intera comunità castelterminese.

 

Durante la giornata di sabato alcuni nostri componenti, seppur privi di responsabilità amministrativa e organizzativa, hanno – insieme ad alcuni membri dell’Amministrazione e della maggioranza – cercato in tutti i modi di far continuare le festività, provando (per quanto possibile) ad interessare rappresentanti ed organi istituzionali. La diffida del Questore e i gravi e, a quanto pare, ripetuti comportamenti commessi da alcuni incivili nei confronti degli organizzatori hanno però avuto, purtroppo, la meglio su una secolare Tradizione e sull’intera collettività.

 

Spiace constatare che delle limitatissime persone siano riuscite a  mettere in ginocchio Istituzioni e Autorità, insomma lo Stato, bloccando una Festa che rappresenta un patrimonio culturale immenso non soltanto per il Comune di Casteltermini. Cosa che non potremo mai accettare da cittadini italiani, prima che castelterminesi.

 

Da parte nostra sollecitiamo il primo cittadino e la sua Giunta a fare chiarezza sulle responsabilità di un disastro che possibilmente potrebbe avere ripercussioni anche sull’economia castelterminese, a prescindere dal rinvio annunciato dallo stesso Dott. Nicastro.

Responsabilità da cui non si può esimere nemmeno la Giunta a guida Nicastro, specialmente componenti totalmente assenti e inadeguati a ricoprire tali incarichi come l’assessore al turismo e allo spettacolo.

Nonché chiediamo, ove fosse necessario, l’attivazione di tutte le azioni possibili per verificare il comportamento di tutte le Autorità preposte alla sicurezza e all’ordine pubblico, comprendendo, ad esempio, i motivi della totale mancanza di forze dell’ordine in tutte le Vie del “centro storico” durante la giornata di sabato, in un momento di totale di confusione, oltre che di incredulità, per tutta Casteltermini, colmo altresì di visitatori.

 

Sempre al primo cittadino e alla sua Giunta chiediamo fin da adesso di attivare tutte le azioni possibili, con l’ausilio delle Istituzioni e delle forze dell’ordine, affinché Casteltermini torni un paese sicuro 365 giorni all’anno (considerato quanto emerso), evitando così che dei singoli individui possano rovinare l’immagine di tutti i castelterminesi.

 

Dopodiché l’Amministrazione avrà il dovere di lavorare ad una seria e costante programmazione della nostra amata Festa, ricca di secolari Tradizioni invidiate in tutta l’isola e che, come già detto, ha anche rilevanti ripercussioni sull’economia locale (oggi in seria crisi), la quale organizzazione, secondo noi, non può prescindere dal Comune di Casteltermini (nonostante le difficoltà economiche dell’Ente).

 

In qualità di cittadini, oltre che di rappresentanti istituzionali abbiamo, insieme alla cittadinanza, il dovere di lanciare i giusti messaggi all’interno e all’esterno del nostro territorio, come fatto ad esempio durante la giornata di ieri nel momento della benedizione. Facciamolo!

 

I Consiglieri comunali del MoVimento 5 Stelle di Casteltermini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *