Raccolta differenziata, cifre ancora da dimenticare: in Sicilia soltanto l’8% dei comuni è “virtuoso”




di Denise Marfia per gds.it

Sono trentuno, su un totale di 390, i comuni siciliani che hanno superato nel 2017 la quota del 65% nella raccolta differenziata dei rifiuti. Comuni definiti virtuosi e che dovrebbero ricevere in totale due milioni di euro, in virtù di un recente decreto regionale che assegna un contributo agli Enti che hanno superato appunto la soglia del 65 per cento.

Ai Comuni andrà una somma fissa di 32mila euro e una variabile in base alla densità demografica.

Ma questo contributo era stato messo in discussione la scorsa settimana, proprio dal governo regionale che nella variazione di bilancio aveva tolto i cinque milioni di euro che erano stati previsti originariamente. Dopo le proteste di alcune forze politiche, la Commissione Bilancio all’Ars, ha ripristinato il fondo destinato alle amministrazioni comunali “virtuose” nelle cui città la raccolta differenziata supera il 65% ma assegnando non l’importo di 5 milioni di euro bensì 2 milioni di euro. Infine, il recente decreto regionale.

Si tratta, quindi, dell’8% dei centri, percentuale bassa e che vede rimanere fuori da questa particolare classifica i grossi centri.

La provincia che annovera più comuni virtuosi è Agrigento con 9 mentre il centro che ha ottenuto il risultato migliore si trova nel messinese: si tratta di Castel di Lucio con l’82,3%, seguito da Zafferana Etnea, a Catania, con il 79,3%. Il terzo gradino del podio spetta, invece, a Monterosso Almo, in provincia di Ragusa, con il 76,53 %.

In provincia di Catania sono 7 i comuni virtuosi, seguiti da Messina con 5, da Palermo con 4 e da Caltanissetta con 3.

Chi rimane a bocca asciutta sarà Enna. Trapani vanta un solo comune Pantelleria che, con il 68%, rappresenta anche l’unica isola minore ad essere presente in classifica.

Un comune virtuoso per parte anche a Siracusa con Solarino (71,7%) e a Ragusa con Monterosso Almo (76,53).

AGRIGENTO

Joppolo Giancaxio 73,9%
Raffadali 66,6%
Ribera 74,9%
Sambuca di Sicilia 74,8%
Santa Margherita Belice 68,4%
Montevago 65,03%
Sant’Angelo Muxano 75,55%
Calamonaci 67,99%
Realmonte 68,08%

CALTANISSETTA

Butera 76,4%
Delia 68,7%
Mazzarino 68,7%

CATANIA

Belpasso 68,1%
Mirabella Imbaccari 65,5%
San Cono 75,9%
San Michele di Ganzaria 76,3%
Licodia Eubea 68,6%
San Pietro Clarenza 66%
Zafferana Etnea 79,3%

MESSINA
Castel di Lucio 82,3%
Santa Teresa di Riva 74,8%
Rometta 72,34%
Rodi Milici 69,7%
Torregrotta 65,53%

PALERMO

Giardinello 72,9%
Montelepre 67,3%
Giuliana 70,33%
Pollina 65,01%

SIRACUSA

Solarino 71,7%

RAGUSA

Monterosso Almo 76,53%

TRAPANI

Pantelleria 68%




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *