ORDINANZA CONTINGIBILE ED URGENTE n. 16 del 21 maggio 2020 – Modifica all’Ordinanza n. 14 del 18 maggio 2020

COMUNE D l CASTELTERMINI

Libero Consorzio Comunale di Agrigento

Piazza Duomo, n. 3 – Tel.0922/929001

P.e.c.: comunedicasteltermini@pec.it

ORDINANZA CONTINGIBILE ED URGENTE n. 16 del 21 maggio 2020

OGGETTO: Modifica all’Ordinanza n. 14 del 18 maggio 2020, inerente “Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da CoVid-19, in applicazione del D.P.C.M. 26 aprile 2020 nonché dell’Ordinanza contingibile ed ur ente del Presidente della Re ione Siciliana n. 18 del 30 a rile 2020”.

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

RICHIAMATO il Decreto dell’Assessore regionale alle Autonomie locali ed alla Funzione pubblica, n. 1 17 del 28 aprile 2020, di nomina a Commissario Straordinario con le funzioni del Sindaco e della Giunta municipale;

RICHIAMATA l’ordinanza del Presidente della Regione Siciliana n. 21 del 17/5/2020 e, più specificamente l’art. 3 nella parte in cui vengono individuate a titolo esemplificativo le attività di somministrazione di alimenti e bevande (“ristoranti, trattorie, pizzerie, pub, self-service, bar, pasticcerie, gelaterie, rosticcerie e similiari);

RICHIAMATE le proprie Ordinanze contingibili ed urgenti n. 14 del 18 maggio 2020 e n. 15 del 20 maggio 2020, con la quale sono stati regolamentati – nel periodo intercorrente tra il 18 maggio 2020 ed il 07 giugno 2020 — le attività all’interno del territorio comunale, in ossequio alle disposizioni emanate dai Governi nazionale e regionale;

ACCERTATO che, per mero errore materiale, al punto 7 dell’Ordinanza n. 14 del 18 maggio 2020 sono state indicate le ore 8:00, quale orario di apertura degli esercizi che svolgono attività di ristorazione piuttosto che le ore 6:00;

RITENUTO che l’orario di apertura degli esercizi di sommistrazione di alimenti e bevande debba essere fissato alle ore 06:00;

CONSIDERATO che, in caso di emergenze sanitarie e di igiene pubblica, ai sensi dell’art. 32 della Legge n 833/1978 e dell’art. 1 17 del D.Lgs. n. 112/1998 e ss.mm.ii., le Ordinanze contingibili ed urgenti sono adottate dal Sindaco, quale rappresentante della comunità locale nell’ambito del territorio comunale;

VISTO l’art. 50, commi 5 e 6, del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e ss.mm.ii. (T.U.E.L.); VISTO l’O.R.EE.LL.;

VISTO lo Statuto del Comune di Casteltermini;

RITENUTO, per tutto quanto, fin qui premesso, di dover modificare il punto 7 della propria Ordinanza contingibile ed urgente n. 14 del 18 maggio 2020, eliminando nel contempo qualche refuso dattilografico rilevato;

CHE per una migliore intelligibilità viene riportato integralmente anche il punto 8 della Ordinanza commissariale n. 14/2020;

FERMO RESTANDO QUANTO DISPOSTO DALLE ORDINANZE CONTINGIBILI ED

URGENTI N. 14 DEL 18 MAGGIO 2020 E N. 15 DEL 20 MAGGIO 2020, DURANTE IL PERIODO 18/05 -07/06/2020

ORDINA

1. il punto 7 dell’Ordinanza contingibile ed urgente n. 14 del 18 maggio 2020 è così modificato: “tutte le attività commerciali, al dettaglio ed artigianali, autorizzate all ‘apertura, devono osservare – dal lunedì al sabato – il seguente orario di apertura, anche continuativo: dalle ore 08:00 alle ore 20:30. Gli stessi esercenti possono, altresì, rinunciare al proprio giorno di chiusura settimanale, ferma restando la chiusura nelle giornate di domenica e festive;

Gli esercenti, che svolgono attività di ristorazione ed in genere che somministrano alimenti e bevande, per I ‘intera settimana – possono svolgere le proprie attività in orario, anche continuativo, ricompreso tra le ore 06:00 e le ore 23:30.

Punto 8 — la chiusura al pubblico, nei giorni domenicali e festivi, di tutti gli esercizi commerciali attualmente autorizzati —fatta eccezione per le farmacie, le edicole, i bar, la ristorazione ed ifiorai (art. IO dell’Ordinanza del Presidente della Regione Siciliana)

E’ autorizzato nelle superiori giornate anche il servizio di consegna a domicilio di generi alimentari e di prima necessità sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato, sia nell’ambito della media e grande distribuzione, nonchè, dei combustibili per uso domestico e per riscaldamento

DA’ MANDATO

al Responsabile di P.O. n. l, di trasmettere la presente Ordinanza al Segretario Generale ed Responsabili di P.O. nn. 2, 3 e 4, affinchè provvedano, ognuno per quanto di competenza, alla esecuzione della stessa, nonché la pubblicazione – ai fini dell’opportuna conoscenza da parte della cittadinanza – all’Albo Pretorio-online e la diffusione tramite i mezzi ritenuti maggiormente conducenti allo scopo.

RENDE NOTO

  • che, salvo il fatto costituisca più grave reato, il mancato rispetto degli obblighi nonché delle limitazioni e/o divieti contenuti nella presenza Ordinanza, è punito con la sanzione amministrativa pecuniaria del pagamento di una somma da € 400,00 a € 3.000,00;
  • che, nei casi mancato rispetto delle presenti disposizioni da parte delle attività commerciali di vendita al dettaglio ed artigianali, si applica, altresì, la sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni;
  • che il mancato rispetto delle prescrizioni di cautela igienico sanitaria e dell’adozione delle necessarie misure come disposte e raccomandate dalle norme vigenti in materia di prevenzione, contenimento e gestione del rischio epidemico da CoVid-19, richiamate in premessa, con negligenza imprudenza imperizia, può configurare fattispecie di reato ex art. 452 in relazione all’art 438 c.p. (delitti colposi contro la salute pubblica), anche in forma concorsuale.

DISPONE

l’immediata trasmissione della presente Ordinanza:

  1. al Signor Prefetto di Agrigento, ai sensi dell’art. 54, comma 4, del T.U.E.L.;
  2. al Comando della Polizia Locale e della Stazione dei Carabinieri di Casteltermini, cui spetta il compito di darvi esecuzione, ponendo in essere i conseguenti controlli;

AVVERTE

ai sensi dell’articolo 3, comma 4, della Legge 7 Agosto 1990, n. 241 e ss.mm.ii., che avverso il presente provvedimento è ammesso ricorso:

  1. giurisdizionale al T.A.R. Sicilia — sede di Palermo, ai sensi del combinato disposto degli artt. 2, lett. b), e 21 della L. 1034/1971 e ss.mm.ii. nel termine di sessanta giorni da quello in cui l’ interessato ne abbia ricevuta la notifica o ne abbia comunque avuta piena conoscenza;
  2. straordinario al Presidente della Regione Siciliana, esclusivamente per motivi di legittimità, entro centoventi giorni decorrenti dal medesimo termine di cui sopra, ai sensi dell’articolo 8 del

D.P.R. 24.1.1971, n. 1 199 e dell’art. 23 dello Statuto della Regione Siciliana.

Dalla Residenza Municipale, 21 maggio 2020.

IL COMMISSARIO STRAORDINARIO

dott. Antonio Garofalo

IL COMANDANTE LA POLIZIA LOCALE

dott. Calogero Sardo

IL RESPONSABILE DI P.O. 3

Geom. Giuseppe Ballone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *