Emergenza coronavirus, vertice operativo alla Regione: “Misure omogenee per tutti i Comuni siciliani”

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, ha convocato per oggi al Palaregione di Catania un vertice operativo per “concordare misure preventive omogenee da adottare in tutti i Comuni dell’Isola per l’emergenza Coronavirus”. Saranno presenti, assieme all’assessore alla Salute Ruggero Razza, anche il dirigente generale del dipartimento delle Attività sanitarie Letizia Di Liberti, il capo della Protezione civile regionale Calogero Foti e il presidente dell’Associazione dei Comuni siciliani Leoluca Orlando.

“Chiederemo che il presidente della Regione possa essere nominato soggetto attuatore dell’ordinanza di Protezione civile che ci permetterà di velocizzare tutti gli interventi”, ha annunciato l’assessore alla Sanità Ruggero Razza. “Stiamo lavorando – ha aggiunto Razza – per individuare due hub, uno per la Sicilia Orientale e l’altro per quella Occidentale, per realizzare aree di quarantena se dovesse essere necessario, perché bisogna programmare, anche se come in questo momento non c’è la necessità. Sono già attivi 70 posti letto anche con aree ‘negative’. Al momento si sono registrati meno di dieci casi sospetti in Sicilia, ma, cosa importante, sono stati tutti immediatamente diagnosticati in 12 ore grazie ai tamponi che eseguiamo nei Policlinici di Palermo e Catania”.

In provincia di Messina, a San Fratello, sono ancora in isolamento le due famiglie state a contatto con l’insegnante rientrata da Codogno. Intanto tra Palermo e Catania sbarcano circa 4/5mila persone al giorno dagli aeroporti di Lombardia e Veneto, e il personale non riesce a controllare tutti gli arrivi.  A Punta Raisi e Fontanarossa, la Gesap e la Sac hanno installato i dispenser con il disinfettante per le mani e oggi arriveranno i termoscanner che affiancheranno i termometri a infrarossi.  Molti lavoratori e studenti siciliani in queste ore stanno tornando dalle regioni del Nord nell’Isola e  il costo dei voli sta salendo alle stelle: un volo Milano-Catania può arrivare a costare anche 500 euro.

E a proposito della paura del contagio, a Sciacca domenica durante la messa domenicale a Sciacca, nella basilica della Madonna del Soccorso, il prete don Giuseppe Marciante, ha chiesto ai fedeli di non scambiarsi un gesto di pace ma di guardarsi soltanto negli occhi per “dare al fratello l’amore che abbiamo nel cuore”.

ARTICOLO ORIGINALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *