#seseialcocoasivede

#trashtag, la sfida social per pulire il mondo dai rifiuti

Vittorio Pio Martorana 15 Marzo 2019 0
#trashtag, la sfida social per pulire il mondo dai rifiuti

Una sfida online, già diventata virale

Una sfida online, già diventata virale, per spingere i giovani, e non solo, a pulire il pianeta. L’ha lanciata il 5 marzo Byron Román, un uomo di Phoenix in Arizona, che di mestiere si occupa di prestiti finanziari ma che ha il pallino per l’ambiente. Che ha pensato bene di lanciare una sfida social dal risvolto etico e utile: armarsi di buona volontà e pulire uno spazio pubblico per poi postare l’immagine sui social usando l’hashtag #trashtag (dall’inglese trash = spazzatura).

Nel suo post su Facebook, Román ha pubblicato una foto dove si vede un uomo seduto in una zona boscosa, e sporchissima, accostata a una seconda immagine, del medesimo posto, ma completamente ripulito con tanto di sacchi pieni ben in vista e luomo dello scatto precedente in piedi. “Here is a new #challenge for all you bored teens”(Ecco una nuova #sfida per tutti voi ragazzi annoiati) ha scritto.

Un chiaro riferimento a sfide ben meno etiche

Un chiaro riferimento a sfide ben meno etiche che circolano da alcuni anni sui social; sfide bizzarre, spesso del tutto inutili e prive di senso, a volteanche pericolose. Ma la Trash Challenge caratterizzata dall’hashtag #trashtag sta davvero mobilitando i ragazzi di tutto il mondo. La sfida Trash Challenge vuole che ognuno di noi faccia qualcosa per contribuire a risolvere questo problema. Tutti, a partire dai giovani, sono invitati a partecipare “adottando” un luogo particolarmente bisognoso di cure perché invaso dai rifiuti. La sfida consiste nello scattare una foto prima dell’intervento di pulizia, seguita da un’altra in cui i rifiuti sono stati rimossi. Le due immagini vanno poi postate sui social.

La sfida lanciata da Román è nata in realtà nel 2015,

La sfida lanciata da Román è nata in realtà nel 2015, avviata dalla UCO, compagnia di Seattle che promuove le attività outdoor come il campeggio e il trekking, che usando l’hashtag #trashtag invitava, e invita, a pulire e proteggere le aree selvagge del pianeta.

La nuova sfida ha già ricevuto una risposta immensa

La nuova sfida ha già ricevuto una risposta immensa. Sono già state ripulite spiagge, parchi e strade dapprima disseminate di rifiuti, poi del tutto trasformate, restituite ai cittadini perfettamente puliti. In meno di dieci giorni – e in vista della grande mobilitazione per l’ambiente del 15 Marzo – già oltre 400 mila scatti sono stati postati sui social network con immagini di grandi pulizie ambientali. Foto postate da utenti soprattutto americani, ma che arrivano anche dal resto del mondo.

Lascia un commento »