#seseialcocoasivede

L’IISS Archimede di Casteltermini-Cammarata si laurea Campione Provinciale di Badminton

Redazione SikeliaNews 13 aprile 2018 0
L’IISS Archimede di Casteltermini-Cammarata si laurea Campione Provinciale di Badminton








N.B.  Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un prodotto di SikeliaNews

Giorno 11 aprile 2018 si è disputata la finale provinciale di Badminton per i Campionati Studenteschi della provincia di Agrigento. A contendersi la posta in palio il Galileo Galilei di Canicattì e l’Archimede di Casteltermini-Cammarata.

 

Il luogo dell’incontro è stata la palestra dell’I.C. “Esseneto” di Agrigento. Le due rappresentative erano costituite da 4 alunni (2 femmine e 2 maschi più le riserve). Gli alunni convocati dell’Archimede erano rappresentati da:

 

          Alessia Severino 2^ Pia – Casteltermini;

          Silvana Wang 1^ Pia – Casteltermini;

          Angela Bonomo 2^ Pia – Casteltermini (in riserva);

          Pietro Caruana 3^ Mat – Casteltermini;

          Alessandro Lo Sardo – 2^ TE – Cammarata;

          Giovanni Fantauzzo 3^ Mat – Casteltermini (in riserva);

 

insegnanti accompagnatori i proff. Simone Barone Salvatore Narisi

 

la formula prevista dal Miur era la seguente: singolo maschile; singolo femminile; doppio maschile, doppio femminile e doppio misto. In ogni incontro bisognava vincere 2 set su 3 a 11 punti.

 

Questi i risultati degli incontri:

          nel singolo maschile l’Archimede è stato rappresentato da Caruana Pietro ed è stato perso per 1-2 a favore del Galilei;

          nel singolo femminile è scesa in campo Alessia Severino che vinto l’incontro per 2 set a 1 a favore dell’Archimede;

          nel doppio maschile Caruana e Lo Sardo hanno perso per 2 set a 1 a favore degli alunni del Galilei;

          nel doppio femminile Severino e Wang hanno vinto per 2 set a 1 a favore dell’Archimede;

          nel doppio misto Wang e Lo Sardo hanno vinto l’incontro per 2 set a 1 a favore dell’Archimede.

 

Tutti gli incontri sono stati tiratissimi ed equilibrati, con diversi ribaltamenti di risultato, alla fine l’I.I.S.S. ARCHIMEDE si laurea Campione Provinciale di Badminton ed accede alla Finale Regionale che si disputerà a Catania il giorno 27 Aprile 2018.

 

Un traguardo storico per l’Istituto Archimede ed un ulteriore incremento dei risultati sportivi fin qui conseguiti dagli alunni.

 

Il responsabile della rappresentativa prof. Simone Barone: “sono davvero contento dei miei alunni, dell’impegno che hanno profuso e del traguardo raggiunto con pochi mesi di preparazione alla disciplina, il Badminton, uno sport nuovo per il nostro istituto. Grazie ragazzi. Da domani si pensa già al prossimo traguardo – la Finale Regionale – dove verranno effettuati allenamenti più intensi e correzioni tecniche”.

Badminton (o volano)

Il badminton o comunemente chiamato volano, è uno sport che si gioca in singolo maschile o femminile, doppio maschile o femminile o doppio misto su di un campo rettangolare diviso da una rete di altezza 1,55m alle estremità (pali di sostegno) e di 1,524m al centro. Non ci sono differenze di altezza rete fra uomini e donne. Il gioco consiste nel colpire un volano con una racchetta facendogli oltrepassare la rete e mandandolo nella metà campo opposta dove dovrà essere ribattuto al volo dall’avversario.[1] Tra i più veloci sport di racchetta, il badminton è uno sport in cui si rendono necessarie prestanza fisica, agilità e prontezza di riflessi. L’effetto è spettacolare con scambi rapidi, cambi di fronte e movimentati recuperi. Possono sfidarsi, oltre a due giocatori (singolare), anche due coppie dello stesso sesso (doppio maschile o doppio femminile), o due coppie formate da giocatori di entrambi i sessi (doppio misto).

Le competizioni agonistiche internazionali vengono praticate solamente al coperto: data l’elevata leggerezza dei volani.

lani, anche un piccolissimo alito di vento potrebbe deviare la loro traiettoria. Si svolgono tornei estivi di beach-badminton sulle spiagge.



Lascia un commento »