Quadro di Ilaria Cordaro

Ilaria Cordaro: una piccola, ma talentuosa, pittrice

Ci si dimentica, con estrema facilità, che ogni grande artista, prima di diventarlo a furor di popolo, è stato un lattante e poi un giovane apprendista. Nessuno escluso. Da Michelangelo a Brunelleschi, da Giotto a Dalì, da Picasso a Van Gogh. Mi piace, soprattutto, ricordare come Picasso una volta disse: “A quattro anni dipingevo come Raffaello, poi ho impiegato una vita per dipingere come un bambino”, segno tangibile di come l’età non possa definire, in termini di genio e qualità tecniche, il “mestiere” artistico di ognuno di noi. Ogni età, ogni momento della vita di un artista, ha una sua caratteristica fondamentale, una sua bellezza, una sua inimitabilità.

Ilaria Cordaro
Ilaria Cordaro, 17 anni, Casteltermini

Non si tratta di una lezione sulla storia dell’arte, non sarei in grado di tenere un dibattito per più di tre, massimo quattro, minuti, ma è un modo simpatico per introdurre l’intervista fatta a Ilaria Cordaro, una ragazza diciassettenne di Casteltermini, autodidatta, che per gioco, per rendere più dolci le sue giornate, si è accostata al mondo della pittura, con risultati veramente strabilianti. Non solo per i suoi 17 anni, ma anche per l’immediatezza dei suoi successi.

D: Che cosa fai nella vita? E da quanto tempo dipingi?
R: Studio al Liceo Scientifico Madre Teresa di Calcutta e ho iniziato a dipingere con pennelli e colori su tela da circa 6 mesi.

D: Davvero? In così poco tempo hai raggiunto dei risultati eccellenti. E’ stata la tua prima forma d’arte o hai iniziato con matite e pastelli?
R: Ho sempre saputo di possedere una vena artistica, di essere attratta dall’arte. Già da bambina adoravo esprimere le mie emozioni attraverso dei disegni, che poi coloravo a matita. Disegnavo soprattutto paesaggi e natura morta, e, ogni tanto, mi capitava di disegnare anche modelli di abiti!

D: Quindi hai avuto da sempre questa tendenza. Come decidi di iniziare un dipinto? Cosa ti ispira?
R: Dopo aver visto qualcosa che mi colpisce, guardando dalla finestra, in tv o su internet, sento l’irrefrenabile voglia di sedermi davanti al cavalletto, a qualsiasi orario, con la tela bianca per trasferire nel dipinto le emozioni di quel momento.

D: Quali sono le tecniche che prediligi?
R: Ho cominciato utilizzando i colori acrilici, poi un giorno, in modo del tutto casuale, ho scoperto l’olio e da quel momento è stato “amore a prima pennellata”, perché i colori ad olio sono molto piu fluidi e brillanti, e, stesura dopo stesura, l’immagine appare più nitida!

D: Quanto è importante l’arte per te?
R: L’arte per me è di fondamentale importanza, sia perché mi permette di esprimere ciò che sento, sia, soprattutto, perchè mi ha aiutato (e continua a farlo) a superare questo momento di grave sconforto che sto attraversando, a causa di un’importante malattia che ancora persiste.

D: L’arte è un mezzo potente che fa bene al cuore e alla mente. Condividi questo mio pensiero?
R: Sì, condivido pienamente il tuo pensiero. Perché attraverso l’arte puoi sfogare la rabbia e il dolore, trasformandole in libertà e felicità.

D: Cosa vorresti fare nella vita? Proseguirai i tuoi studi in ambito artistico o dedicherai la tua vita ad altro?
R: Certamente vorrei continuare gli studi artistici, tant’è che il mio sogno nel cassetto è di intraprendere l’Accademia delle Belle Arti, per fare in modo che questa mia passione possa diventare anche un lavoro e, quindi, fonte di sostentamento.

D: Cosa vuoi dire a tutti coloro che, in questo momento, ti stanno leggendo?
R: Vorrei dire, a coloro i quali si trovano in situazioni difficili o, comunque, poco piacevoli, di avere fede, e di trovare appoggio e sostegno in cose positive, come per me è stata, è e sarà l’arte del dipingere.

D: Grazie per la bella chiacchierata, per la tua disponibilità e per averci regalato la possibilità di vedere i tuoi dipinti attraverso le foto e attraverso le tue parole.
R: Figurati. Anzi io ringrazio te per avermi dato la possibilità di esternare i miei sentimenti e di valorizzare la mia dote.

Vi lasciamo ad alcune foto, da lei scattate ai suoi dipinti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *