“Sorpresi con la lavatrice in spalla dopo aver svaligiato una casa”, due arresti




da agrigntonotizie.it

Sono stati sorpresi mentre stavano svaligiando un’abitazione. Quando i carabinieri sono arrivati li hanno, addirittura, trovati con una lavatrice sulle spalle. Elettrodomestico che stavano appunto portando via dalla residenza. Mentre in tasca avevano – secondo l’accusa, che è stata formalizzata dai militari dell’Arma, – tutto il resto della refurtiva: gioielli e piccoli elettrodomestici. Due riberesi sono stati arrestati in flagranza di reato. Dell’ipotesi di reato di furto dovranno, adesso, rispondere Luigi Raimondi di 25 anni e Giancarlo Tomasello di 44 anni. Entrambi, su disposizione del sostituto procuratore di turno della Procura di Sciacca, sono stati posti ai domiciliari.

E’ accaduto tutto nel tardo pomeriggio di ieri, in una zona residenziale e periferica di Ribera. I due, seguendo la ricostruzione ufficiale fornita dai carabinieri del comando provinciale di Agrigento, approfittando della momentanea assenza dei padroni di casa erano riusciti ad intrufolarsi dopo aver forzato la porta d’ingresso. Hanno rovistato e messo a soqquadro tutte le stanze.

Un vicino di casa, notando degli inusuali movimenti, ha allertato il 112 e sul posto si sono precipitate due pattuglie della tenenza. I militari, giunti sul posto, dopo aver circondato l’area hanno subito intercettato i due malviventi mentre avevano in spalla una lavatrice. I due – ricostruisce il comando provinciale dell’Arma di Agrigento – sono stati bloccati dopo un breve inseguimento a piedi. Nel corso dell’immediata perquisizione, dalle loro tasche sono saltati fuori anche alcuni oggetti trafugati. Preziosi e piccoli elettrodomestici che sono stati subito recuperati e restituiti al proprietario.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *