#seseialcocoasivede

Pasta con i broccoli “arriminati”

Redazione SikeliaNews 19 ottobre 2018 0
Pasta con i broccoli “arriminati”




La pasta con i broccoli “arriminati” è una di quelle ricette siciliane doc che bisogna assolutamente provare! Invece che proporvi la versione “bianca”, eccovi la pasta con i broccoli arriminati con un po’ di estratto di pomodoro.

La parola “arriminati” altro non vuol dire che “mescolati” e siccome per mescolare la pasta con i broccoli si utilizza un tegame capiente, questa pasta viene anche chiamata “pasta con i broccoli in tegame”.

Per quanto riguarda il tipo di pasta da utilizzare in genere si usano i bucatini ma anche della pasta corta tipo penne, rigatoni e ziti. Ci stanno inoltre molto bene anche le caserecce e gli strozzapreti.

Per quanto riguarda le quantità, il consiglio è di preparane sempre un po’ di più perché la pasta con i broccoli arriminati riscaldata in padella il giorno dopo è veramente fantastica!

Come preparare la pasta con i broccoli arriminati

  • Pulite il cavolfiore e tagliatelo a cimette. Sciacquatelo sotto l’acqua e mettetelo a bollire in una pentola capiente con acqua salata. Quando il cavolfiore sarà cotto, scolatelo e lasciatelo intiepidire. Ricordate di non buttare l’acqua di cottura del cavolfiore nella quale cucinerete la pasta. Tagliate il cavolfiore a piccoli pezzetti. Intanto preparate ilsoffritto.
  • Tritate finemente la cipolla e mettetela in una casseruola capiente (tegame o padella dai bordi alti). Aggiungete dell’olio d’oliva (non siate parsimoniosi) e lasciate soffriggere a fiamma dolce. Aggiungete i filetti d’acciuga e scioglieteli nel soffritto. Aggiungete i pinoli e l’uva passa precedentemente fatta rinvenire in un po’ di acqua calda.
  • In ultimo aggiungete l’estratto di pomodoro. Per sciogliere l’estratto di pomodoro il consiglio è di farlo con il dorso di un cucchiaio e aggiungendo un pochino d’acqua calda. L’estratto di pomodoro deve trasformarsi in una salina, non deve restare a pezzi. Lasciate soffriggere ancora per qualche minuto poi aggiungete i broccoli (cavolfiore) tagliati a pezzetti.
  • Mescolate, aggiungete un pochino di sale, un pochino d’acqua calda, coprite con un coperchio e lasciate stufare a fiamma vivace. Mescolate i broccoli di tanto in tanto e aggiungete un pochino d’acqua all’occorrenza. I broccoli in tegame saranno pronti quando saranno diventati un tutt’uno con il soffritto (20-30 minuti). Si dovranno sfaldare, una sorta di crema di broccoli. A questo punto il consiglio è di togliere una parte di condimento e di tenerla da parte.
  • Cucinate la pasta nell’acqua in cui avete bollito il cavolfiore e quando mancheranno due, tre minuti alla fine della cottura trasferitela nella casseruola con i broccoli in tegame e finite la cottura (aggiungete acqua di cottura all’occorrenza). Servite la pasta con i broccoli arriminati con un bel cucchiaio di condimento sopra, una spolverata di pepe e, se volete, del pangrattato tostato!




Lascia un commento »