I colori della nostra Terra Casteltermini e dintorni (una rubrica “rubata” a Pina Reina e Silvana Restivo): Hypericum perfoliatum L.- Erba di San Giovanni a foglie cordate o scacciadiavoli, in dialetto Piricò. Famiglia Hypericaceae.




[dropcap]



[/dropcap]Una pianta davvero miracolosa!  “I colori della nostra Terra Casteltermini e dintorni”, abbiamo superato i sei mesi di collaborazione. Una pagina che nasce dalla passione per la fotografia di Silvana Restivo e  dalla padronanza della flora del nostro territorio di Pina Reina.

Grazie alla collaborazione e alla gentilezza di queste due straordinarie donne possiamo scoprire un aspetto interessantissimo del nostro territorio: le piante spontanee.

SikeliaNews ringrazia le sue Amiche e dà il via ad un nuovo percorso! Buona lettura!

Per quanti amano la natura e sono curiosi possono iscriversi a “I colori della nostra Terra Casteltermini e dintorni” da questo link:

I colori della nostra terra Casteltermini e dintorni

C.da Santa Cecilia.
Hypericum perfoliatum L.- Erba di San Giovanni a foglie cordate o scacciadiavoli, in dialetto Piricò. Famiglia Hypericaceae.
Pianta erbacea perenne, presente in tutto il territorio nazionale.
Fioritura maggio-settembre.
Cresce in prati aridi, margini delle strade, luoghi erbosi e incolti.
Specie officinale.
Erba dal sapore amaro-dolciastro ad azione antidepressiva, sedativa, ansiolitica, rinfrescante, astringente e antinfiammatoria, localmente è anche analgesica e antisettica. L’Iperico è usato in erboristeria da oltre 2000 anni, ma oggi il suo uso è più diffuso che mai perché negli anni 80 si è scoperto che possiede proprietà antidepressive paragonabili a quelle delle specialità farmaceutiche, l’erba è quindi impiegata nella moderna medicina erboristica soprattutto nella cura della depressione lieve.
Tra gli usi popolari più conosciuti c’è l’olio di iperico (preparato lasciando macerare i fiori freschi nell’olio di oliva al sole per almeno 40 giorni, quindi filtrare e conservare in bottiglie di vetro scuro al riparo dalla luce) efficace per la cura e la pulizia delle ferite, eritemi, bruciature, piaghe purulente.
In cosmesi si usa per dare tono alla pelle avvizzita, mentre l’infuso può essere utilizzato in caso di couperose ed arrossamenti.
Attenzione: Secondo l’ EMEA (European Medicines Evaluation Agency) vi è rischio di interazioni tra preparazioni di Hypericum perforatum ed altri farmaci che potrebbero provocare l’aumento del metabolismo e la riduzione della concentrazione plasmatica e degli effetti terapeutici di alcuni farmaci.
Trova impiego, anche, nella preparazione di liquori, per le proprietà aromatiche e digestive.
Il fusto seccato può sostituire il tè.
Attenzione: Le applicazioni farmaceutiche e gli usi alimurgici sono indicati a scopo informativo, declino pertanto ogni responsabilità sul loro utilizzo a scopo curativo, estetico o alimentare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *