Coronavirus, mascherine a 15 euro e Amuchina a 20: scattano le prime segnalazioni alla Guardia di finanza

Casi di “sciacallaggio” nella vendita di cibo e prodotti sanitari, ma in pochi denunciano. Alcuni giorni fa era stato il presidente di Confcommercio Francesco Picarella a chiedere ai cittadini collaborazione per segnalare casi di prodotti venduti ben oltre il loro normale prezzo. Un appello che è però caduto nel vuoto dato che, spiega lo stesso Picarella, sono stati alla fine veramente pochissimi gli agrigentini che hanno effettivamente segnalato in modo “concreto” dei casi che potessero meritare l’attenzione delle forze dell’ordine.

VAI ALL’ARTICOLO ORIGINALE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *