Casteltermini, Comunità Sant’Andrea: il Natale dell’integrazione possibile




[dropcap]



[/dropcap]

COMUNITA’ ALLOGGIO PER MINORI SANT’ANDREA CASTELTERMINI

Mercoledì 20 dicembre si è svolto, presso l’oratorio don Bosco di Casteltermini, un grande momento di integrazione: una grande FESTA, NATALE INSIEME.

La festa voluta e desiderata dall’amministratore della comunità, Francesca Chiapparo, e realizzata dalla passione e dal lavoro di tutti i dipendenti, si è svolta in due momenti:

Un pranzo con la partecipazione di tutta la comunità e di molte persone che nella vita hanno vissuto e vivono situazioni diverse. Presenti anche don Giuseppe Alotto parroco dell’unità pastorale Gesù e Maria S.S. del monte Carmelo, don Melchiorre Vutera Vicario generale dell’ Arcidiocesi di Agrigento, l’Imam Yusuf Abd Al Hady Dispoto responsabile del COREIS Sicilia e l’Imam Rhazlane Mahjoub della Moschea  di Agrigento.

Dopo il saluto di Massimo Mingoia, educatore della comunità, che ha concluso dicendo “ siamo tutti uguali, tutti fratelli figlio dell’unico grande Dio dell’Amore”, è stata la volta della responsabile della comunità, Francesca Chiapparo, che ha ringraziato tutti i presenti ed in particolari gli educatori che svolgono il loro lavoro con grande passione ed amore.

Don Melchiorre, molto entusiasta e felice di essere presente, ha rimarcato il concetto di uguaglianza e di libertà dicendo: ABBIAMO IL SANGUE DELLO STESSO COLORE.

Felici e contenti anche i due Imam, l’Imam Mahjoub ha ringraziato tutti per il lavoro e l’accoglienza data ai ragazzi, che hanno vissuto e vivono situazioni particolari, e si è rivolto ai ragazzi esortandoli a comportarsi bene e ad essere sempre riconoscenti all’Italia ed a tutto il popolo italiano;

l’Imam Yusuf dicendo che pur essendoci nelle nostre religioni delle innegabili differenze, molte sono le cose che ci uniscono, per esempio Abramo e il grande rispetto che l’Islam ha di Gesù e di Maria, esortandoci ad altri momenti di condivisioni, a rispettarci ed a rimanere uniti per la gloria dell’unico grande Dio.

Don Giuseppe ha dato a tutti il benvenuto, dando l’inizio al pranzo che è stato preceduto dalla preghiera: la prima Sura del Corano e la recita del Padre Nostro.

Nel pomeriggio la festa è continuata con balli musica ed animazione per concludersi con una bellissima tombolata.

Siamo davvero tutti uguali e l’integrazione è possibile. GRAZIE A TUTTI



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *