Una tammurinata a distanza per dire a tutti “Casteltermini ce la farà”

I nostri maestri tamburinai faranno sentire la loro vicinanza al paese il giorno di Pasqua. Come tutti ricordiamo il giorno di Pasqua, subito dopo l’urtimu ‘ncuntru della Madonna con Gesù Risorto, il nostro Santu Sarvaturi, i tammurinara dei quattro Ceti – Schitti, Picurara, Burgisi e Masci – annunciano l’inizio degli eventi che accompagneranno tutta Casteltermini sino alla conclusione della Festa di Santa Croce – Sagra del Tataratà.

I maestri tamburinai Angelo e Vincenzo Nobile, Pietro Alfano e Luigi Cordaro hanno avuto l’idea di augurare a Casteltermini una Serena Pasqua “a distanza” col ritmo dei loro tamburi. I maestri tengono a precisare che il gesto da loro proposto è unicamente un gesto di buon auspicio in attesa di giorni più lieti. La pandemia in corso è il più grave flagello che potesse capitare al mondo: malattie, lutti, restrizioni non faranno certo una Buona Pasqua nel senso letterario del termine, non sarà Pasqua per nessuno, specialmente per le famiglie toccate dal maledetto virus.

Il gesto vuol solo ricordare come Casteltermini sia un paese unito, ricco di tradizioni e culture secolari, e soprattutto ricco di fede, quella fede che tutti noi riponiamo per la nostra Santa Croce.

Uniamoci “a distanza” ai maestri  domenica 12 aprile, giorno di Pasqua, alle ore 12:00 in punto, ora in cui in Piazza Duomo avviene l’ultimo incontro tra la Madonna e Santu Sarvaturi e ora in cui i tammurinara annunciano la festa seguente: Santa Croce.

I maestri ci faranno ascoltare il ritmo dei loro tamburi ognuno dal proprio balcone. Uniamoci a loro aprendo i nostri balconi ed ascoltando da lontano i ritmi che noi tutti avremmo dovuto e voluto ascoltare fra un mese e mezzo circa. Chi ha un tamburo a casa è pregato di unirsi a loro in questo momento così difficile per tutti.

Non è una festa, è un ricordare di rimanere uniti, di avere fede e, soprattutto, di rimanere a casa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *