UN BACIO NEL VENTO (di Federica Vattano)




Casteltermini 05/05/2019 (SikeliaNews) – Io non so come si va avanti quando un dolore troppo grande invade la nostra vita, quando la sofferenza ci infetta, ma i giorni, le ore e i minuti si mettono automaticamente uno dietro l’altro e nessuno di noi ha il potere di governarli, ma solo di gestirli per come meglio si può.

Ci sono attimi di confusione, ci sono momenti nei quali il dolore è così forte da oscurare tutto, così forte da intontirci.

C’è un momento nel quale il respiro si blocca, gli occhi si riempiono di lacrime, tutto lascia posto al dolore, ci sono attimi che si vorrebbero dimenticare e si vorrebbe ardentemente essere sordi pur di non sentire quelle maledette parole.

Ci sono ore in treno da cancellare, ci sono abbracci nei quali vorresti morire.

Ma dentro a tutto questo male riaffiorano piano piano i ricordi, quasi come fossero carezze, uno sguardo familiare che niente e nessuno potrà mai ridarci indietro.

Piccole orme del passato si fanno sempre più evidenti e cercano nel caos di questi giorni di prendere il sopravvento.

Il tono della voce, la risata, il sorriso, le frasi particolari che caratterizzano chi adesso non c’è più entrano dentro di noi come sangue nelle vene.

Pensiamo di essere eterni, che chi ci sta intorno lo sia e non ci rendiamo conto che mai cosa fu più falsa.

Il nostro tempo è limitato!

Bisognerebbe comprendersi di più, riuscire a tollerare l’altro, dare un abbraccio in più, un bacio in più, perché noi non siamo per sempre, perché è tutta una questione di attimi e di momenti.

Non ci dovrebbe essere spazio per i sensi di colpa, ma solo per un bel ricordo, per un bacio che adesso è dato al vento e chissà che non arrivi.

Che la terra ti sia lieve.

Con amore.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *