#seseialcocoasivede

Mi accetto per quello che sono! (di Federica Vattano)

Federica Vattano 10 agosto 2018 0
Mi accetto per quello che sono! (di Federica Vattano)








Casteltermini 10/08/2018 (SikeliaNews)
– Accettarsi non è sempre facile, occorre un enorme sforzo. Amarsi è una gran fatica, perché di per sé l’essere umano tende a piacere più che piacersi, ma così facendo non riesce a capire che prima di piacere agli altri bisogna apprezzare e accettare sé stessi.

L’accettazione del sé è una strada lunga e tortuosa, piena di intoppi e errori, ed è complicato. Spesso ci guardiamo allo specchio e a stento ci riconosciamo; chi siamo diventati? Eravamo così? In cuor mio penso che amarsi sia la cosa più complicata del mondo, soprattutto se si è insicuri e se ogni persona che incontriamo nel nostro percorso è un ulteriore ostacolo alla conoscenza di noi stessi. Questo accade, perché, nonostante tutto, ancora non abbiamo ben compreso chi siamo, poiché, invece di proiettarci nel presente viviamo già nel futuro, immaginando e sognando.

Ognuno di noi ha la tendenza a farsi apprezzare dagli altri mettendo da parte chi è realmente, con il serio rischio di avere l’effetto contrario, perché per farci accettare ci riduciamo a fare quello che piace di più a chi ci sta intorno, ma è un grave errore, non si può fingere d’essere ciò che non si è, ed arriva un momento nella vita nel quale ognuno di noi deve accettare ciò che è diventato. E se non ti piaci? Beh, cambiati, smussati, modificati! Insomma impara a piacerti, sei la persona con la quale passerai tutta la tua vita, impara a sopportarti, sappiti rialzare nei momenti difficili, coccolati e accarezzati, perché se non ti ami tu, come potrai mai pretendere che lo faccia qualcuno?

Non aver paura del cambiamento, ogni tanto fa bene, porta nuove consapevolezze e lati della nostra persona che neanche noi sapevamo d’avere. Lasciamoci attraversare dal cambiamento, lasciamo entrare aria fresca, una ventata di novità, ma soprattutto impariamo a vivere.

Di VITA non è mai morto nessuno!

Lascia un commento »