#seseialcocoasivede

“Le carte sparse” – il libro Pietro Amorelli e Alberto Barcella sulle corrispondenze garibaldine di Ippolito Nievo

Michele Rondelli 10 Giugno 2018 0
“Le carte sparse” – il libro Pietro Amorelli e Alberto Barcella sulle corrispondenze garibaldine di Ippolito Nievo




Ha debuttato in occasione di Veronafil il volume di Alberto Barcella e Pietro Amorelli “Le carte sparse. Corrispondenze garibaldine di Ippolito Nievo. Approfondimenti di storia postale siciliana. 1859-1861”, la storia di uno straordinario periodo, che precedette nell’isola l’Unità d’Italia, e gli effetti della rivoluzione sul sistema postale attraverso la corrispondenza di un giovane geniale e idealista che trascorse in Sicilia gli ultimi mesi della sua vita al seguito delle truppe di Garibaldi.

Con la prefazione di Giulio Perricone, Presidente dell’Unione Filatelica Siciliana e l’introduzione di Francesca Tamburlini, Responsabile Sezione manoscritti e rari della Biblioteca Civica “Vincenzo Joppi” di Udine.

È già possibile prenotare il libro
www.vaccari.it/code/2725e

————————————————

LE CARTE SPARSE
Corrispondenze garibaldine di Ippolito Nievo
Approfondimenti di storia postale siciliana
1859-1861

La Sicilia del 1859-1861 raccontata attraverso la storia postale e le lettere di Ippolito Nievo. Alcuni approfondimenti sullo straordinario periodo, dalle atmosfere gattopardesche, che precedette nell’isola l’Unità d’Italia, analizzando gli effetti della rivoluzione sul sistema postale e la corrispondenza di un giovane geniale e idealista che trascorse in Sicilia gli ultimi mesi della sua vita al seguito delle truppe di Garibaldi.

Dalla prefazione di Giulio Perricone, Presidente dell’Unione Filatelica Siciliana
“I due collezionisti autori di questa opera […] se da un lato hanno aggiunto un tassello alla storia del patriota che naufragò nel viaggio tra Palermo e Napoli nel 1861 […] dall’altro hanno arricchito di una dotta pubblicazione il grande capitolo della storia postale italiana, della Sicilia, del periodo garibaldino, dei sistemi di posta emergenziali connessi ad una situazione insurrezionale.”

Dall’introduzione di Francesca Tamburlini, Responsabile Sezione manoscritti e rari della Biblioteca Civica “Vincenzo Joppi” di Udine
“Il testo […] accende l’attenzione su alcuni aspetti quasi inesplorati di questi scritti, ossia sugli elementi e segni “convenzionali” che si trovano sulle buste […] non vengono tralasciati però i testi delle missive che sono ripresi e citati per far meglio comprendere il significato di quei segni esterni. […] Il saggio dei due autori ci viene in soccorso e ci apre un mondo inedito, guidandoci dal luogo di partenza della lettera alla sua finale destinazione [offrendo] di questi documenti di Ippolito una lettura aggiuntiva.”

112 pp. – immagini a colori – formato cm 21×29,7 – brossura – ed. 2018
collana “la Storia attraverso i documenti” – in italiano

prezzo di copertina
euro 25,00

Nessun testo alternativo automatico disponibile.




Lascia un commento »