GIORNATA INTERNAZIONALE PER L’INFANZIA E L’ADOLESCENZA, UN FUTURO OLTRE IL COVID-19

La data del 20 novembre coincide con il giorno in cui l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite approvò la Convenzione ONU sui Diritti dell’Infanzia avvenuta proprio il 20 novembre 1989 e ratificata dall’Italia nel 1991, 31 anni fa.

Quest’anno la Giornata internazionale per l’infanzia e l’adolescenza cade in un periodo di emergenza sanitaria che sta mettendo a dura prova l’intera società. Una Giornata mondiale a difesa dell’Infanzia che quest’anno ha un significato “ancora più importante e particolare”, a causa del difficile momento causato dalla pandemia. Per i giovanissimi, infatti, “che soffrono più di chiunque altro le tante limitazioni imposte dalla crisi sanitaria, è oggi più importante che mai pensare a un futuro oltre il Covid-19″, scrive il sito dell’Unicef.

Quest’anno l’Unicef, in occasione di questa importante Giornata, “propone ai bambini e ai ragazzi di compiere un gesto simbolico usando i social: scrivere sulla propria mascherina un messaggio che parli del domani, dell’avvenire atteso o sperato al di là di questa sorta di ‘era glaciale’ della nostra vita collettiva”. L’iniziativa si chiama “Il futuro me lo leggi in faccia” ed è stata subito accolta dai più giovani, che sui social hanno condiviso i loro messaggi di speranza.

Dato il particolare momento che stiamo vivendo, scrivere un messaggio sulla propria mascherina è segno di condivisione con gli altri del proprio stato d’animo e delle proprie speranze.

Anche tra gli adolescenti la pandemia ha ridotto al minimo la socialità, perché possibile fonte di contagio. Tutti viviamo con disagio questa limitazione, ma in misura maggiore le giovani generazioni per cui le relazioni tra coetanei e con il mondo adulto sono la via privilegiata per raffinare le proprie competenze e costruire la propria identità.

Gli adolescenti hanno una capacità di resilienza inimmaginabile, affido il mio pensiero alle istituzioni affinché diano risposte adeguate, atte a mitigare i vincoli dettati da questo momento particolare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *