Al di fuori di me! (di Federica Vattano)




Casteltermini 18/12/2018 (SikeliaNews) – Adoro le stazioni dei treni, così piene di emozioni, di parole, di sguardi persi nel vuoto. Le adoro, perchè in un piccolo frangente di tempo ogni cosa può evolversi e dissolversi. Arrivi e partenze, così come gioie e dolori, pianti e sorrisi. Adoro le stazioni dei treni, piene di lunghi abbracci. Mi piace pensare che tutte queste vite si possano fondere, che le emozioni della gente possano entrare nel cuore, che quegli sguardi valgano più di mille parole.

Forse vivró in mondo fatto di fatine e folletti, ma ognuno é imperfetto, e la perfezione non é di questo mondo. Mi piace chiamare le stazioni “il luogo dell’abbraccio”, dove tutto ha un inizio e una fine, dove la gente puó dirsi le parole piú belle del mondo, ma potrebbe anche dirsi che ormai è il momento di non rivedersi mai piú. Dove una carezza serve a tracciare un profilo, dove le lacrime delineano un sorriso, dove una parola descrive un attimo. Forse sarà solo poesia, saranno solo emozioni, ma quello che ho visto qualche giorno fa mi ha fatto ricordare che il mondo é fatto di sentimenti.

Lui aveva accompagnato lei alla stazione, lei entrò nel vagone. Lui rimase fuori. Le porte del vagone si chiusero e il treno partí. Ricordo solo che lui gridó “Ti amo” e inizió a corre. Lo gridó così forte che ancora adesso si potrebbe sentire l’eco. Adoro le stazioni dei treni, spesso mi sembra d’essere dentro un film, quasi al di fuori di me!




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *