Eccellenza, Casteltermini – Nissa 0-4

Dopo una settimana senza guida tecnica il Casteltermini torna in campo agli ordini di Mister Accursio Sclafani, dopo pochi giorni d’allenamento non sarebbe giusto e corretto aspettarsi che la squadra cambi volto quindi ogni valutazione tecnica deve essere rimandata.

Tuttavia qualche aspetto positivo c’è , innanzitutto gli spalti del “Ferdinando Lombardo” hanno registrato una maggiore presenza di pubblico, probabilmente per l’affetto e la stima di cui gode Accursio Sclafani e per l’entusiasmo che ha saputo trasmettere all’ambiente.

Altra nota positiva è costituita dall’ingresso in campo di Gero Magno, permettere anche a lui di calcare i campi di Eccellenza è sicuramente un premio che ha meritato negli anni per l’impegno, la passione e il tasso tecnico che ha espresso mettendo sempre il cuore a servizio del calcio granata.

Per il resto, la gara è stata quasi un monologo della Nissa, sicuramente più squadra e con qualche buona individualità .

Dopo un avvio prudente è andata in vantaggio all’11 con un tiro da fuori area di Camara , tiro angolato ma non fortissimo che però si insacca nell’angolo basso alla destra di Incorvaia.

Tutto sommato il Casteltermini tiene e prende il secondo goal al 45 ad opera di Retucci , in una situazione di dubbio fuorigioco su cui, la difesa granata,  ha il demerito di fermarsi aspettando il fischio dell’arbitro che però non arriva.

Ma, come si sa, in Eccellenza non c’è il VAR e il primo tempo si chiude con gli ospiti in vantaggio per 2 a 0 .

Purtroppo il secondo tempo non porta nessuna “variazione sul tema” e ,dopo pochi minuti dalla ripresa Retucci firma la doppietta per il 3-0 .

I nostri ragazzi si impegnano, non manca la tensione agonistica ma gli avversari controllano in scioltezza e ogni qual volta si distendono in avanti impensieriscono non poco la difesa castelterminese che va sicuramente registrata, in una di queste discese, al 64° arriva il 4-0 di Illario.
Il Casteltermini, ha ora davanti una Nissa seconda in classifica,  prova a realizzare il goal della bandiera, qualche tiro , ma è più buona volontà che convinzione. Quando arriva il fischio finale il pubblico applaude l’impegno che non è mancato , per i risultati occorre, giustamente, dare tempo alla squadra di assimilare il gioco di mister Sclafani e aspettare qualche necessario rinforzo con gente esperiente e di categoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *