8 Marzo, gli auguri congiunti dell’Amministrazione e del Consiglio Comunale

L’8 marzo, giornata dedicata alle donne, impone delle riflessioni. La condizione femminile è uno di quegli elementi che attestano il grado di civiltà raggiunto da un Paese. Tuttavia siamo costretti a ricordare sovente le tante vittime di violenze, tra queste anche le donne rese schiave e costrette a prostituirsi.

Come Istituzione non possiamo assistere inerti. Nel nostro Paese sono state assassinate troppe donne, vittime di una violenza prodotta da distorte e criminali mentalità di possesso e dominio. Non si può continuare ad assistere inerti alle continue notizie di atti di violenza sia all’interno delle mura domestiche che fuori nelle strade. È necessario educare, prevenire, organizzarsi e offrire aiuto, mettere in campo reti e strumenti di contrasto che consentano alle donne, soprattutto alle più vulnerabili, di non sentirsi più sole davanti alle minacce.

L’apporto dato dalle donne alla crescita del Paese “è stato immenso” ma ancora oggi paghiamo storture e disparità che penalizzano la donna e che ne impediscono il pieno sviluppo come persona umana. È necessario pertanto che vengano attivate politiche pubbliche volte ad ampliare la base occupazionale e che vengano attuati tutti quei cambiamenti sociali attraverso i quali rimuovere antichi pregiudizi e forme di sfruttamento subdole che si annidano nelle rigidità sociali.

Noi come Istituzione vogliamo essere vicini a tutte le donne e dare voce alle legittime rivendicazioni che ne promuovano lo sviluppo sociale.

L’Amministrazione e il Consiglio Comunale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *