I.C. “De Cosmi” di Casteltermini – La Scuola non è finita

Riceviamo e pubblichiamo

Porte ancora aperte per gli allievi dell’I.C De Cosmi di Casteltermini che partecipano ai laboratori avviati grazie al Piano Scuola Estate 2021, il progetto che ha l’obiettivo di “rinforzare e potenziare le competenze disciplinari e relazionali di studenti e studentesse per recuperare la socialità almeno in parte perduta ed accompagnarli al nuovo anno scolastico”. Il ministero ha assegnato a tutte le scuole su territorio nazionale 150 milioni stanziati dal decreto sostegni che verranno appunto impegnati per il Piano. Si strutturerà in tre fasi:

I Fase: giugno per il rinforzo e potenziamento delle competenze disciplinari e relazionali

II Fase: giugno-luglio per il rinforzo e potenziamento delle competenze disciplinari e socialità

III Fase: settembre con iniziative che accompagneranno gli studenti alla partenza del nuovo anno scolastico, incoraggiandoli ad affrontare la prossima esperienza scolastica.

“E’ una grande opportunità – riferisce la Dirigente Scolastica dott.ssa Graziella Parello – offerta agli alunni e alle famiglie dalla scuola che è sicuramente il luogo deputato agli apprendimenti ma soprattutto della socialità, delle relazioni che sono state fortemente inibite da un’emergenza che ha indotto a cambiamenti e ad adattamenti su cui la scuola deve riflettere, considerare i danni che il nemico invisibile ha prodotto sul piano delle relazioni sociali. L’emergenza ha inoltre acuito i problemi e i ritardi accumulati nel tempo e le lacune strutturali per carenze di risorse.”

L’Istituzione scolastica,in linea con i percorsi formativi previsti dal PTOF, ha attivato due laboratori di Matematica, due di Italiano, un laboratorio artistico ed uno sul Riciclo creativo i cui destinatari sono alunni della Scuola Primaria. Le attività laboratorialiiniziano nel mese di giugno e si concluderanno all’inizio di settembre.

Il laboratorio GIOCHIAMO CON LA MATEMATICA che ha come referentel’insegnante Maria Antonella Cacciatore ha lo scopo principale di avviare i bambini al pensiero computazionale, ad un approccio inedito ai problemi e alla loro soluzione. Si troveranno davanti a quello che più li diverte: un tablet, il monitor di un pc, un piccolo robot e saranno loro ad animare, far prendere vita, imparare a fare muovere i loro personaggi, siano essi virtuali o meno (come nel caso della robotica educativa). Impareranno a raggiungere un obiettivo divertendosi, siano essi virtuali come gli sprite sullo schermoo reali come i robot.

L’insegnate Maria Antonella Molinari con il laboratorio GIOCHIAMO CON L’ITALIANO ha sviluppato un’idea progettuale che rappresenta un’importante opportunità per il rinforzo e il potenziamento delle competenze disciplinari. Il focus è incentrato sulle abilità di base in Italiano utilizzando ambienti di apprendimento interattivi che contengonocruciverba, quiz, giochi di parole, labirinti, ruote, vero o falso, scramble, diagrammi.

Il percorso laboratoriale è un’esperienza alternativache ha lo scopo di stimolare la creatività attraverso un uso consapevole del linguaggio e della scrittura ludica con l’utilizzo di applicazioni e piattaforme per la costruzione di digitalstorytelling dove gli alunni possono scegliere i personaggi, le ambientazioni e dare “voce” ai loro racconti.

Il laboratorio di RICICLO CREATIVO con la prof.ssa Rita Bonanno è occasione per mostrare il valore del recupero e del riuso dei materiali ed educare i bambini a combattere gli sprechi e a rispettare l’ambiente nella vita di tutti i giorni. Attraverso il gioco, l’arte e la fantasia, ciascun bambino assimila insegnamenti e abitudini che lo aiuteranno a maturare una coscienza civica e a diventare, un giorno, un adulto eco-responsabile ed eco-attento. Nello stesso tempo giocando impara a dar sfogo al proprio estro e alla propria creatività e a sperimentare diverse possibilità e diverse tecniche di espressione e di comunicazione artistica, manipolando i materiali e realizzando degli originali oggetti fai-da te.

L’idea è quella di promuovere ed incoraggiare una maggiore sensibilità ambientale, attraverso la creatività e la manualità. Il laboratorio si baserà sul coinvolgimento diretto dei bambini in attività che favoriscono gli apprendimenti per “immersione”, per “scoperta”, per “costruzione”, in un processo dinamico che permette una continua relazione con i compagni, con l’insegnate, con la realtà che li circonda.

Tutte le attività laboratoriali si presentano non come scuola dell’obbligo ma del tempo libero, un ritorno al reale che è ancora incastrato in un dimensione altra,occasione per sperare nell’inizio del dopo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *