Casteltermini – Scuola Secondaria di I grado “N.Cacciatore”: “La scuola in un giardino”

Riceviamo e pubblichiamo

29 Maggio 2021

Casteltermini- Terzo posto per gli alunni delle classi prime della scuola secondaria di I grado “N.Cacciatore” di Casteltermini al concorso “Tutti a raccolta!”, campagna educativa IDEA PLASTICA PER PULIRE IL FUTURO A.S. 2020/2021, realizzata  da COREPLA (Consorzio nazionale per la raccolta,il riciclo e il recupero degli imballaggi di plastica) in collaborazione con LIBRI PROGETTI EDUCATIVI.

Nell’atrio esterno del plesso  la Dirigente Scolastica dott.ssa Graziella Parello, in presenza dei docenti e degli alunni, ricorda l’importanza del rispetto dell’ambiente e la responsabilità di ciascuno nella cura e nella tutela del mondo in cui viviamo . Con grande soddisfazione ed orgoglio  consegna il premio (pc portatile e stampante) e gli attestati di partecipazione .

In linea con gli obiettivi dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile, i docenti per l’a.s. 2020/21 hanno scelto un nucleo tematico  comune per tutte le classi prime dal titolo “ Il mondo che vorrei : la scuola in un giardino”. Tale scelta è nata  dal bisogno di fare comprendere ed acquisire ai ragazzi la necessità di interiorizzare contenuti didattici ed educativi su come migliorare il mondo.

Il percorso didattico inter e pluridisciplinare, coordinato dalla prof.ssa Rita Bonanno, è  risultato uno straordinario spazio di condivisione non solo didattica ma anche  esperienziale, avendo come traguardo  le competenze sociali e civili   a partire dall’ambito scolastico: assumere in modo responsabile atteggiamenti, ruoli e comportamenti di partecipazione attiva e comunitaria, riconoscersi e agire come persona in grado di intervenire sulla realtà apportando un proprio originale e positivo contributo.

 E’ stata un’operazione inclusiva, aperta alle novità e ai cambiamenti in itinere, per il raggiungimento del massimo sviluppo umano e cognitivo di tutti gli alunni che hanno trovato un loro spazio all’interno della proposta dei docenti  per portare a termine il compito in modo personale. In tal modo le attività combinate  da tutti i docenti (approfondimento sul  giardino della Kolymbetra nonché l’evoluzione delle tecniche agricole e l’Art.9 della Costituzione Italiana, focus su aspetti ambientali del territorio, elaborati grafici di tipici paesaggi siciliani, schede descrittive di piante, l’importanza culturale, ecologica ed economica della“flora autoctona”, attività connesse ai temi del riciclo, riuso e risparmio, gestione virtuosa dei rifiuti e delle risorse, attività fisica all’aperto e passeggiate alla scoperta del territorio, schede delle piante tipiche della Palestina ) hanno condotto alla realizzazione di oggetti con il riuso della  plastica e di materiale di scarto : fioriere con il riciclo  di bottiglie di plastica e flaconi di detersivi, trenino colorato  con cassette di legno, cartellini con i nomi delle piante utilizzando coperchi di plastica, servendosi  delle competenze linguistiche in Inglese e Francese.

 Il plesso “N.Cacciatore” della Scuola Secondaria di I grado dispone di una pertinenza, adiacente alla palestra esterna, dismessa e occupata da piante infestanti. Perché non farne   uno strumento didattico, un laboratorio all’aperto? Con le misure di sicurezza anti-Covid e l’obbligo di limitare gli  spostamenti all’interno delle classi, si è ravvisata la necessità di uno spazio all’aperto da trasformare in luogo per creare situazioni significative per l’apprendimento e le relazioni: un giardino come luogo di formazione e di esperienza. In  attesa di interventi di bonifica, gli alunni hanno ritagliato uno spazio che è stato ripulito dalle erbacce, da rifiuti e materiali di scarto,  dove sono state collocate le prime piante aromatiche con un’esperienza affettivo-sensoriale di grande valore (l’odore della menta e del rosmarino hanno innescato ricordi e immagini che riportano ai luoghi degli  affetti familiari).

E’ un progetto ambizioso ma certamente futuribile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *