Le Profezie di S. Vincenzo Ferreri: la venuta dell’anticristo e il giudizio finale

765Fu un colto teologo e gran predicatore che girò l’europa in sella ad un asino. Compì numerosissimi miracoli e operò per l’unità della Chiesa nel periodo difficile dello scisma d’occidente. Nelle sue orazioni intrecciava sermoni con battute e aneddoti divertenti. Ma i suoi discorsi toccavano anche scenari profetici e apocalittici, parlando della venuta dell’Anticristo e del Giudizio Finale. Difatti San Vincenzo viene raffigurato con le ali, e in alcuni casi anche con una tromba, proprio come un Angelo dell’Apocalisse. Queste profezie, che vi riportiamo in seguito, parlano del Grande Monarca e della venuta dell’Anticristo.  E’ curioso sapere che altri santi e profeti in diverse epoche storiche e da diverse parti del mondo parlino tutti di questa misteriosa profezia, ricollegandosi come tasselli di un puzzle nei contenuti e nelle vicende raccontate.

LA PROFEZIA DEL GRANDE MONARCA: L’AQUILA CHE CATTURERÀ’ IL FALSO RE

“Eserciti provenienti da ovest, est e nord combatteranno assieme in Italia e l’Aquila catturerà il falso re; ogni cosa sarà resa obbediente alla sua autorità, e nel mondo ci sarà una nuova riforma. Nei giorni di pace che dovranno venire dopo la desolazione delle rivoluzioni e delle guerre, prima della fine del mondo, i cristiani diventeranno talmente disinteressati alla loro religione che rifiuteranno di ricevere il Sacramento della Cresima, dicendo che è un Sacramento inutile; e quando verrà il falso profeta, il precursore dell’Anticristo, tutti quelli che non saranno cresimati apostateranno, mentre quelli che saranno cresimati rimarranno saldi nella loro fede, e solo in pochi rinnegheranno Cristo”.

LA VENUTA DELL’ANTICRISTO

“Sarà un vero uomo, ma talmente orgoglioso che non solo desidererà avere un completo dominio su tutto il mondo, ma esigerà persino di essere chiamato Dio e insisterà nel ricevere un’adorazione divina…
Ancora una volta l’Anticristo rivolgerà i suoi attacchi contro le persone semplici che sono tanto gradite a Dio, poiché i loro cuori si rivolgono a Lui in rettitudine di intenzione. Si servirà della magia e produrrà apparizioni reali in apparenza che tuttavia non saranno altro che dei semplici trucchi. Farà scendere il fuoco dal cielo e farà parlare le immagini, perché i demoni potranno muovere le loro labbra…
…l’Anticristo compirà altri prodigi, grazie al potere dei demoni, e questi saranno veri miracoli secondo la natura delle cose in sé stesse, ma falsi secondo la definizione di miracolo. Perché egli farà sì che le immagini di bambini di un mese parlino. I seguaci dell’Anticristo interrogheranno queste statue di bambini, ed esse daranno risposte circa questo sovrano che è venuto negli ultimi tempi, affermando che egli è il salvatore. Il diavolo muoverà le loro labbra e produrrà le parole che essi pronunceranno quando dichiareranno che l’Anticristo è il vero salvatore del mondo; e in questo modo egli causerà la distruzione di molte anime.
…cercherà di sedurre i sapienti, come per esempio i maestri e i dottori della legge civile e canonica, che possono spiegare e afferrare le prove delle cose. L’Anticristo li stregherà, usando gli argomenti più sottili, i ragionamenti più convincenti, per far rimanere questi sapienti senza parole e incapaci di trovare risposte. Non è difficile comprendere come questo sia possibile, poiché il diavolo tiene già le loro anime nelle catene del peccato; perché quanto maggiore sarà la loro sapienza tanto più gravata sarà la loro coscienza se non la seguono…
Il rimedio per questo stato di schiavitù è la fede che segue la semplice obbedienza e non le argomentazioni o i ragionamenti. Le argomentazioni possono essere buone per rafforzare l’intelligenza ma non sono il vero fondamento della fede. Coloro la cui fede poggia sulla ragione la perderanno quando sentiranno i ragionamenti capziosi dell’Anticristo. Quelli che al contrario si affidano a una fede fondata sull’ obbedienza risponderanno: «Via da me con i tuoi argomenti! Questi ragionamenti non sono il fondamento della mia fede».
I signori temporali e i prelati ecclesiastici, per paura di perdere il loro potere o la loro posizione, saranno dalla sua parte, perché non ci saranno né re né prelati senza che egli lo voglia”.

(I testi citati sono tratti dal sito profezie3m.altervista.org, fonti Chatolic Prophecy di Yves Dupont – The prophets and our times di Padre Gerald Culleton – Trial, tribulation and triumph di Desmond A.Birch)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *