CASTELTERMINI RICORDA LUIGI E IGNAZIO SANFILIPPO

Sabato 19 dicembre 2020 alle ore 10:00, su iniziativa dei condomini e col patrocinio del Comune di Casteltermini, sarà apposta una targa commemorativa sul prospetto del “Palazzo Sanfilippo” per perpetuare il ricordo di Luigi e Ignazio Sanfilippo, padre e figlio, illustri personaggi della memoria storica di Casteltermini.

La cerimonia, alla presenza delle autorità civili, militari e religiose, si svolgerà in maniera sobria nel rispetto delle norme anticovid.

Luigi Sanfilippo fu sindaco di Casteltermini rispettivamente dal 1879 al 1889, dal 1895 al 1897, dal 1899 al 1911. Fu l’artefice dell’urbanizzazione del nostro paese e viene da sempre ricordato per le sue doti di grande amministratore e di uomo di cultura. Frutto del suo operato la costruzione della rete fognaria e delle strade urbane, fu inoltre finanziatore dei condotti idrici che dalla sorgente di Chirumbo arrivarono sino al paese di Casteltermini.

Ignazio Sanfilippo fu un emerito mineralogista ed esploratore scientifico, studiò approfonditamente la natura del sottosuolo siciliano e in particolare del vasto bacino minerario delle province di Agrigento e Caltanissetta, diresse tre miniere di zolfo di Casteltermini: la Scironello, la Cozzo-Disi, e la San Giovannello-Pintacuda. Partecipò a diverse spedizioni della politica coloniale in Africa, Turchia e Messico, andando alla ricerca di sperdute miniere e di rari minerali. Per questo venne premiato dal Governo Italiano con la nomina di Commendatore della Stella D’Italia e Commendatore della Corona D’Italia.

Vincenzo Ferrara, discendente della famiglia Sanfilippo, ha voluto ricordare i suoi avi attraverso il libro Ignazio Sanfilippo, un Gattopardo nel Deserto (Edizioni Lussografica, 2012).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *