#seseialcocoasivede

Appello di Zamparini: “Palermitani, tornate allo stadio”

Redazione SikeliaNews 2 gennaio 2018 0
Appello di Zamparini: “Palermitani, tornate allo stadio”








PALERMO – Un anno chiuso negativo, ma con l’obbligo di guardare già avanti e con un chiaro obiettivo: la Serie A. Finito il 2017 è tempo di bilanci per il patron del Palermo Maurizio Zampariniche lo fa attraverso i microfoni del sito ufficiale del club: “Abbiamo raccolto bene quello che abbiamo seminato con Tedino ed il nostro staff – esordisce – L’organico è buono, ne abbiamo avuto la conferma nonostante le critiche ad inizio stagione. Siamo in testa ed è un buon auspicio per andare in Serie A. Da quando sono a Palermo non ho mai avuto un team come quest’anno. Facciamo un lavoro compatti, dialoghiamo sia sulle cose positive che negative, ma sempre in maniera molto proficua e si vede”.

Zamparini elogia il lavoro dello staff di mister Tedino, ma esalta quanto fanno quotidianamente i palermitani che lavorano all’interno della società: “L’ho detto all’inizio, quando dicevano che nel Palermo non ci sono palermitani. Ce ne sono tanti che stanno lavorando benissimo con me. Penso che nella sventura di questa annata, con la retrocessione, abbiamo costruito una società giovane senza nessun preconcetto, con gente che lavora per questa causa comune. Abbiamo una vera società, checché ne dicano quelli che la vogliono distruggere, quest’anno c’è una società ricostruita con il dio del pallone che ci ha aiutato”.

Nel 2018 Zamparini ha un chiaro obiettivo, quello di lasciare il club. Una cessione che, però, è stata influita dalle vicende giudiziarie della società: “Spero che sia l’anno della svolta con la chiusura della mia era a Palermo e l’ingresso di nuovi personaggi che possano dare alla città una squadra da livello europeo. Sono attivo da tempo, trovarli non è facile vista anche la situazione in cui è stata messa la società. Quando vedono quello che sta succedendo gli investitori scappano. Spero che i risultati sul campo coincidono con la fine di quello che accade nei tribunali. Spero che arrivino questi investitori che, con la mia consulenza esterna, possano iniziare un nuovo ciclo. Palermo fa parte della mia vita, quindici anni non si cancellano”.

Chiosa finale di Zamparini con un augurio per i palermitani che sa tanto di appello, quello di rivederli allo stadio: “L’augurio che faccio ai palermitani è di passare un bellissimo anno, anche dal punto di vista sportivo. L’augurio è quello di tornare tutti allo stadio per festeggiare la promozione. Bisogna mettere alle spalle tutto, io sono felice quando arrivo a Palermo e saluto i palermitani. Mi sento uno di loro quando sono lì, a Palermo si vive molto bene. Ho sempre detto che il nostro è stato uno dei migliori in Italia, purtroppo negli ultimi due anni sono successe anche cose negative. Non si va allo stadio per insultare qualcuno, ma per godersi lo spettacolo. Bisogna imparare dagli inglesi che sostengono la squadra anche quando è ultima in classifica. Questo fa parte della cultura sportiva”.



Lascia un commento »