ED-Vision - grafica, web, editoria

Tutti dieci in pagella, tra i 50 migliori studenti d’Italia c’è Claudia, 18enne di Canicattì

Redazione SikeliaNews 19 giugno 2017 0
Tutti dieci in pagella, tra i 50 migliori studenti d’Italia c’è Claudia, 18enne di Canicattì








 Si chiama Claudia Fantucchio, ha 18 anni e vive al Canicattì dove frequenta il liceo classico “Ugo Foscolo”. Claudia è una super-studentessa: quest’anno si presenterà infatti agli esami di maturità avendo ottenuto tutti dieci in pagella.
Claudia però ha avuto dieci in tutte le discipline anche nei due anni scolastici precedenti.

Tanto che la rivista “La tecnica della scuola” l’ha inserita tra i cinquanta migliori studenti italiani. Ama studiare ed imparare Claudia, due cose che fa mossa da una grande passione per la conoscenza. Ed anche se è ancora molto giovane, a Canicattì e non solo, la conoscono tutti perché ad eccellere nello studio, Claudia è abituata.

L’anno scorso a Catania ha battuto tutti gli studenti siciliani con la traduzione di un testo di Plinio il Vecchio nell’ambito di un premio nazionale. Grazie a quel successo ha anche partecipato alle Olimpiadi di Lingue e Civiltà classiche. Lo scorso primo giugno ha ricevuto con i suoi compagni la menzione speciale in un concorso promosso dal festival «Strada degli Scrittori», per la sceneggiatura ispirata alla novella di Luigi Pirandello «Un mondo di Carta».

Claudia però, non si monta la testa. E’ una ragazza semplice, come tante. “Non ci sono segreti particolari per spiegare tanti dieci in pagella – dice al giornale di Sicilia-. Amo la lettura da sempre, anzi mia madre dice che mi ha svezzata con le favole. Da neonata non mangiavo infatti se lei tra un boccone e l’altro non mi leggeva una favola”.

Alla ragazza piace non solo leggere ma anche scrivere ed ha già una esperienza come autrice. Ha presentato nel 2016
una novella al premio “Modello Pirandello” ed ha ricevuto una menzione speciale”.

Adesso Claudia sta studiando per gli esami di Stato. Poi, molto probabilmente, frequenterà Lettere Classiche.

Vai al link originale



Lascia un commento »