Scompare il professore Lo Verde, grave lutto per la cultura castelterminese

Lo Verde

Il professor Francesco Lo Verde ha concluso il suo viaggio terreno nella sua Casteltermini, quella cittadina che ha amato e servito col suo impegno da insegnante, studioso di storia patria e operatore culturale di primissimo livello. Un vero pezzo di storia Castelterminese, conosciuto da tutti per essere stato insegnante di matematica presso la scuola media “De Cosmi”, in questa sede ha avuto modo di iniziare alla matematica parecchie generazioni di giovani studenti, apprezzato per la preparazione e per il benevolo rigore che esprimeva nel rispetto dell’educazione. Chi non lo ho conosciuto tra i banchi di scuola ha avuto modo di apprezzarlo per altre sue doti , principalmente la sua passione, l’amore per la Storia Patria che, proprio in quella Scuola Media, ha esercitato con la creazione della “Biblioteca minima di Storia Patria”, una collana di ristampe dedicata alle opere dei più illustri castelterminesi. In questo lavoro che prevedeva anche una ingente opera di ricerca, si avvaleva dell’opera altrettanto appassionata ed amichevole del dottor Vincenzo Giudice e del professor Giuseppe Spoto, suo inseparabile amico. A loro si devono la pubblicazione e la diffusione di fondamentali documenti storici, prima fra tutte la “Licentia Populandi” il documento attraverso veniva sancito il permesso alla fondazione di Casteltermini.

La passione del professore Lo Verde non poteva fermarsi a quelle pubblicazioni, la sua dedizione al mistero che ammantavano la Croce di Casteltermini veniva resa palese anche in parecchi articoli che il nostro concittadino aveva pubblicato su importanti quotidiani regionali, dando ogni volta prova di conoscenza profonda della materia, questo suo autentico amore culmina nella pubblicazione de “La Croce Paleocristiana e il Tataratà di Casteltermini” (Sarcuto – 1986), opera che, sin dalla prima delle cinque edizioni, ha aperto nuovi orizzonti nella indagine che mira a collocare la nostra Santa Croce nel contesto storico che le compete. Non era il primo lavoro sulla Croce, il Lo Verde aveva attentamente studiato tutte le precedenti pubblicazioni, ma è stato certamente il primo ad utilizzare metodi scientifici e costose analisi, generosamente affrontate a titolo personale. Agli appassionati basti sapere che si deve ascrivere al professore Lo Verde il grande merito di aver fornito la prima interpretazione credibile delle 9 misteriose iniziali incise sulla croce.

In questa sua attività di studioso era rigoroso più con se stesso che con il lettore, al qual rivolgeva senza boria il benevolo incoraggiamento a continuare sulla strada che lui aveva tracciato, sempre prodigo di consigli e suggerimenti nei confronti di chi gli si accostava per un confronto aperto e costruttivo. Oggi Casteltermini è stata certamente privata di uno dei suoi figli più illuminati la cui opera e figura meritano di essere perpetuate nelle forme e nei modi che i nostri amministratori, nel tempo, vorranno adottare La redazione di Sikelia rivolge al professor Francesco Lo Verde un affettuoso e deferente saluto, unito alla gratitudine per essere stato uno degli ispiratori dell’attenzione che riserviamo alla storia patria e alle tradizioni popolari. Rivolgiamo alla professoressa Renda ,sua compagna per la vita, e a tutti i familiari il nostri profondi sensi di cordoglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *