#seseialcocoasivede

Carnevale a Casteltermini: “A mari semu…” (di Rita Bellanca)

Rita Bellanca 11 febbraio 2018 0
Carnevale a Casteltermini: “A mari semu…” (di Rita Bellanca)








Casteltermini 11/02/2018 (SikeliaNews) – L’anno scorso il mio articolo sul Carnevale Castelterminese 2017 si concludeva così “Ci vuol così poco per essere felici: sono sicura che l’articolo per il Carnevale 2018 lo concluderò ringraziando tutta la cittadinanza per la grande partecipazione. Lasciatemi sognare, i sogni sono ancora gratis…”. 

Ed ho sognato, ho sognato ancora una volta. Ho sognato che Casteltermini avrebbe festeggiato allegramente il Carnevale 2018. Voi mi direte? Ma cosa parli di “allegria” quando i ragazzi vanno via, gli stipendi e le pensioni di chi rimane servono a pagare tasse e bollette, se Casteltermini si ritrova ad essere in una sorta di limbo, una situazione di empasse, un vicolo senza via d’uscita?

Avete (abbiamo) ragione, ragione, ragione!

In questi giorni dedicati al Carnevale da questo limbo provano a farci uscire i ragazzi, la “riserva eccezionale” di Casteltermini. Ragazzi che, con i contributi di commercianti ed imprenditori (privati cittadini, beninteso!), si sono cimentati ad assemblare un bellissimo carro che già ieri sera e stanotte abbiamo avuto il piacere di osservare. Ho chiesto ai ragazzi informazioni in merito, poiché mi accingevo a scrivere l’articolo. E sapete la prima cosa che mi è stata detta qual è? “Rita, fai pure l’articolo, ne siamo onorati! Ma per piacere non scrivere i nostri nomi, noi non facciamo tutto questo per avere visibilità, lo facciamo soprattutto per divertirci noi e poi anche per animare un po’ il paese, perché vediamo un paese in agonia!”.

Cosa dire? Riceviamo da questi ragazzi una lezione di umiltà, di amore verso il “sano” divertimento, di amore verso il nostro paese. Non è vero che i ragazzi si estraniano dalla realtà che li circonda, quantomeno non i “nostri” ragazzi, non i ragazzi cresciuti ed educati a Casteltermini. Tant’è che hanno dato un titolo esplicito al carro, un carro che ha come tema il mare: “A MARI SEMU…”. Questa frase in dialetto la dice lunga su quello che percepiscono i ragazzi del mondo degli adulti, della realtà del proprio paese. I ragazzi osservano, ascoltano, sanno! Ed anche tramite il loro carro cercano di dare un messaggio alla popolazione di Casteltermini: un appello a non mollare, a non demordere, a farsi forza.

Ed io mi unisco ai loro appelli, ma rivolgendomi ai nostri amministratori, ai consiglieri di maggioranza così come ai consiglieri di opposizione: “Anche per voi sia d’esempio la tenacia di questi ragazzi, la loro umiltà, il loro ottimismo. Come ho detto ai ragazzi ieri ‘con poco si può far tanto, basta volerlo e volerlo veramente’.

Questa è una battaglia che dobbiamo vincere assieme, uniti, coesi.

Ragazzi siete stupendi!

Lascia un commento »